Eccomi di nuovo con un appuntamento di cucina. Oggi vi lascio la mia ricetta del pesto alla genovese.
Ho pensato di condividere solo ora questa ricetta perchè trovo che questo condimento sia perfetto in estate: è un sugo “a freddo”  veloce, leggero, adatto alle alte temperature di questi giorni.

Ma veniamo a noi: in primavera compero 7/8 piantine di basilico e uso il “mio” basilico per preparare il pesto. Quando lo preparo, taglio i rametti delle piantine accorciandoli un po’, così poi le foglie ricrescono e la pianta si rimpolpa, ma per ilpesto utilizzo naturalmente solo le foglie.
Questa volta non vi darò dei pesi o delle misure precise, in quanto è una ricetta da fare molto “a occhio”, in base al basilico a disposizione e anche ai gusti di chi deve mangiare il pesto.
Posso dirvi ahimè, che per comodità non utilizzo il mortaio in marmo, anche se lo possiedo, ma uso un mini-robot con cui preparo salse e sminuzzo ingredienti, si chiama Multitrio di Moulinex.
E per mantenere il colore verde brillante del basilico metto le lame del robottino in frigo prima di iniziare la preparazione: da fredde non anneriranno il basilico e non ne altereranno il sapore, mantenendo inalterate le sue migliori caratteristiche, garantendo un buon risultato per un pesto alla genovese senza mortaio.

Ingredienti:
Basilico
Pinoli 40 gr circa (per ogni ciotola Multitrio piena di basilico)
Parmiggiano Reggiano
Aglio
Sale
Olio extravergine di oliva

Preparazione:
Raccogliere il basilico, possibilmente la mattina perchè sarà più profumato. Lavare con cura e delicatezza le foglie fino a quando saranno belle pulite. Tamponarle con un canovaccio e metterle nella ciotola Multitrio.
Aggiungere i pinoli, il Parmiggiano Reggiano a tocchetti (7/8 pezzetti), uno spicchio di aglio piccolo a metà (senza “l’anima” centrale che è quella che può dare problemi di digestione), due pizzichi di sale, un mezzo bicchiere circa di olio di oliva extravergine.
Frullare qualche minuto ed assaggiare: se il composto risulta troppo asciutto, aggiungere olio. Se “sa troppo di erba” aggiungere un po’ di Parmiggiano (qualche pezzetto) e anche un pochino di pinoli, magari anche un altro pizzico di sale.
Chiudere con il coperchio, frullare ancora qualche minuto ed assaggiare di nuovo: a seconda del gusto “aggiustare” con gli ingredienti come vi ho suggerito prima, fino a quando il composto ottenuto sarà di vostro gusto.
Se siete amanti dell’aglio potete metterne naturalmente di più, io non esagero perchè altrimenti faccio fatica a digerirlo.

Quindi vedete che si tratta davvero di una soluzione semplice per un piatto appetitoso e pronto in qualche minuto.
La salsa ottenuta la potrete usare per condire pasta calda, ma è ottima anche per una sfiziosa pasta fredda:
unendo al pesto alla genovese delle ciliegine di mozzarella e dei pomodorini datterini a spicchio, diventa davvero gustosa, fidatevi e provate!

Il pesto alla genovese è servito!…Mi è già venuta l’acquolina in bocca…Baci baci Gina

pesto alla genovese
usare pinoli già sgusciati
pesto alla genovese 1
usare solo foglie belle, prive di rametti, lavarle accuratamente
pesto alla genovese 2
tamponare le foglie con un canovaccio pulito
pesto alla genovese 3
usare Parmiggiano Reggiano a tocchetti
pesto alla genovese 4
usare aglio a piacere, io ne uso metà di uno spicchio piccolo
pesto alla genovese 5
mettere le lame in frigorifero per mantenere il colore brillante del basilico
pesto alla genovese 6
unire gli ingredienti e frullare per qualche minuto
pesto alla genovese 7
assaggiare il composto
pesto alla genovese 8
il pesto alla genovese a modo mio

 

 

Ph. Gina

Author

Blogger, Image Consultant, Fashion Stylist.
Creativa, allegra ed ottimista, amo la mia famiglia e adoro la compagnia.
Vivo di Moda da sempre.

19 Comments

Write A Comment

Top