Antonio Marras crede nelle sinergie, nelle collaborazioni, nel confrontarsi per un’idea condivisa, un obiettivo comune.
Anche sapere collaborare è una forma di arte, l’arte di sapere ascoltare, dialogare, di spingersi insieme nella realizzazione di progetti che da soli non sarebbero attuabili…
Antonio Marras da sempre sostiene le sinergie e le contaminazioni tra le persone e la moda, il design, la cucina, l’arredamento, l’architettura…cultura del fare e del saper fare insieme.
Proprio da queste convinzioni e grazie al collettivo diretto da Francesco Maggiore, sono nate le installazione dell’artista nel suo spazio “Premiata Ditta Marras & Co.” in zona Tortona a Milano durante l’ultima edizione del Fuorisalone.

Io sono andata all’evento che si è tenuto domenica 15 aprile...Attraversando un anonimo androne di un palazzo della città, sono entrata in un’altro mondo, in un’altra dimensione…mi sembrava di essere stata trasportata in un Piccolo Mondo Antico…
Mi ha accolto un giardino pieno di meravigliosi glicini e ortensie in fiore, in cui si apre la boutique “Nonostante Marras”. Abiti da sogno, con uno stile inconfondibile, fatto di richiami alle tradizioni italiane e di innovazione negli abbinamenti e nei materiali. Avrei tranquillamente potuto chiudere gli occhi e scegliere un capo, che ne sarei rimasta incantata. Le realizzazioni all’interno con i cuscini disegnati dell’artista, una colonna di cassetti pieni di libri, maxi fiori alle pareti, rendono davvero magico questa boutique.
Dal cortile si accede poi al grande loft dedicato alle mostre, dove, oltre ad una statua vivente di oltre 4 metri rivestita di gonne plissé, erano presenti divani e poltroncine ricoperte dai rivestimenti creati in sinergia con Saba.
Da lì, si passa al Temporary Bistrot aperto in collaborazione con il Ristorante Famiglia Rana. Arredato con specchi e tavoli vintage, la mise en place ha visto come protagonisti i piatti di Kiasmo, con cui sono stati messi a punto anche vasi e piastrelle, i tavoli in metallo di Fantin e i runner e le tovaglie de La Fabbrica del Lino (di cui ti ho già parlato qui).
L’atmosfera che si respirava era famigliare e coinvolgente…quel soffitto di rose di seta e cristalli toglieva il fiato…sarei rimasta a cena se non avessimo dovuto rientrare a Carpi.

Ho avuto anche la fortuna di conoscere Antonio Marras e di porgergli i miei complimenti per questo spazio e per quello che ha saputo creare, anche in merito alle sinergie. L’ho scoperto un artista semplice e disponibile, che ricorderò con piacere.

Ora non mi resta che lasciarti alle immagini, restando in attesa delle tue considerazioni.
Baci baci Gina

Nonostante Marras – via Cola di Rienzo 8 Milano

Author

Blogger, Image Consultant, Fashion Stylist. Creativa, allegra ed ottimista, amo la mia famiglia e adoro la compagnia. Vivo di Moda da sempre.

14 Comments

Write A Comment

Top