Oggi vorrei parlare di un argomento che mi sta appassionando, visto che sta funzionando su di me, l’Osteopatia. All’inizio non ero molto convinta di rivolgermi ad uno specialista di questa disciplina; per questo prima avevo preso contatto con medici specialisti senza, ahimè, ottenere grandi risultati. Al contrario, dopo solo poche sedute di una osteopata, sono riuscita a risolvere alcuni problemi che avevo già da qualche tempo, per questo ho approfondito l’argomento.

Cosa è?

ll termine “Osteopatia” è stato coniato dal suo fondatore, il chirurgo americano dr. Andrew Taylor Still, che alla fine del XIX secolo scoprì le relazioni esistenti tra l’equilibrio funzionale dell’insieme delle strutture del corpo e la salute. Il dr. Still aveva cercato un nuovo modo per curare il corpo umano, visto la delusione avuta dalla medicina tradizionale che non era era riuscita a salvare i suoi tre figli colpiti dalla meningite. Dopo anni di studio e sperimentazioni, elaborò una nuova concezione del corpo umano, basando il suo sistema sul contatto manuale per la valutazione, la diagnosi ed il trattamento di diverse patologie.

Sviluppatasi da subito negli Stati Uniti, nel 1987 l’osteopatia viene riconosciuta negli Stati Uniti come medicina osteopatica. Successivamente arriva in Europa, diffondendosi attraverso la ricerca, percorsi formativi dedicati, associazioni di categoria, in collaborazione con le altre professioni sanitarie.

L’Osteopatia si focalizza sulla salute della persona, non sulla malattia, avvalendosi di un approccio casuale, visto che spesso la causa del dolore è lontana dalla zona in cui lo percepiamo. Per l’osteopatia, il corpo è equilibrio, un perfetto esempio di struttura portante; se l’equilibrio viene a mancare, ci si trova di fronte ad una mobilità non corretta che non permette un benessere generale dell’organismo.

Cosa tratta?

L’Osteopatia si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo-scheletrico a cui possono però associarsi delle alterazioni funzionali degli organi e visceri e del sistema cranio sacrale. Poiché in Osteopatia si ha una visione olistica del corpo umano, è valida anche l’idea contraria: un problema funzionale organico-viscerale può provocare dei dolori di tipo muscolo-scheletrico.

Grazie ai principi su cui si basa, l’osteopatia può intervenire su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano.

L’Osteopatia si rivela particolarmente efficace in diversi disturbi, te ne lascio qualche esempio: cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, artrosi, discopatie, cefalee, dolori articolari e muscolari da traumi, alterazioni dell’equilibrio, nevralgie, stanchezza cronica, otiti, sinusiti, disturbi ginecologici e digestivi.

I miei problemi erano di origine articolare ed ora, senza quei dolori, la mia vita è più serena, mi sento in equilibrio, mi sento bene! Tu ti sei mai approcciata a questa disciplina? Aspetto i tuoi commenti per saperlo!
Baci baci GinaOsteopatia 3osteopatia 2

Author

Blogger, Image Consultant, Fashion Stylist. Creativa, allegra ed ottimista, amo la mia famiglia e adoro la compagnia. Vivo di Moda da sempre.

5 Comments

  1. Sai io sono molto scettica sull’osteopatia come su tutte quelle medicine alternative, però è vero che molte persone ne trovano giovamento!

  2. Ho provato anni fa alcune sedute dall’osteopata. Adesso ne avrei bosogno per una distorsione alla caviglia che mi ha portato a camminare in modo disarmonico. Mi dici a chi ti sei rivolta?

    • Gina

      Ciao Cristina, io mi sono rivolta ad Isabella Baccarini del Carpi 3000 a Carpi. Molto professionale e competente, ha risolto subito un problema al piede, dovuto ad una cattiva postura a seguito di una rottura. Fammi sapere! buona serata!

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top