Avon, da sempre leader nella cura della nostra bellezza, ha presentato da poco due nuove linee di prodotti skin-care di altissima qualità, interamente made in Japan, che ci svelano i segreti del più antico rituale di bellezza giapponese. In che cosa consiste questo rituale? Nell’applicare in sequenza, dalle formule più leggere a quelle più concentrate, i diversi prodotti di questo “percorso di bellezza”. Le linee di cui ti parlo sono la Mission Y, una linea tra i cui ingredienti è presente il lievito, e la Mission Eclat, tra i cui ingredienti troviamo alghe e calendula. Le due diverse linee non si rivolgono tanto a pelli più giovani o più mature, quanto a diversi tipi di pelle: per una pelle molto secca e bisognosa di nutrimento, è consigliato l’uso della linea Eclat, per una pelle normale o mista, viene consigliato l’uso della linea Y. Le fasi del rituale di bellezza giapponese sono le stesse, unica differenza: nella linea Eclat è presente anche una crema occhi-labbra.
Ma continua a leggere per scoprire il rituale passo dopo passo.

  1. Detersione. La mousse. Per iniziare il rituale di bellezza, occorre pulire la pelle delicatamente ma in profondità, rimuovendo le impurità e preparandola a ricevere i nutrimenti che verranno applicati in un secondo momento. Per questo passaggio, il rituale prevede l’uso di mousse detergenti.
  2. Idratazione Profonda. Le Lozioni. Questa fase del rituale, fondamentale per tutto il metodo, prevede l’uso di una novità per il mercato europeo: la lozione. Simile al tonico, la lozione è da applicare picchiettando il prodotto e  serve a ripristinare il PH della pelle. Offre la stessa idratazione di un siero, garantendo pelle morbida, pronta per i nutrienti che vengono in seguito.
  3. Nutrimento Concentrato. Latte ed essenze preziose. Conosciute dalle donne giapponesi come “essenze della giovinezza”, regalano alla pelle un mix di ingredienti nutrienti che levigano e aiutano a riparare i danni causati dall’invecchiamento cutaneo. Sono più dense e concentrate delle lozioni.
  4. Protezione. Le Creme viso. L’ultima fase del rituale giapponese prevede l’applicazione della crema viso. Oltre a donare un nutrimento profondo, la crema viso crea una barriera protettiva che trattiene i principi attivi dei passaggi precedenti, consentendo alla pelle di riacquistare un aspetto luminoso, fresco e giovane.

La pelle del mio viso, dopo avere provato in anteprima l’intero rituale di bellezza giapponese durante un pomeriggio di coccole, appariva luminosa, estremamente tonica ed idratata al tatto. Una sensazione di benessere e relax mi hanno accompagnato per il resto della giornata…non ti resta che provare il rituale al più presto! Grazie Avon!
Baci baci Gina

(ti ho già parlato di Avon qui)

rituale di bellezza giapponese 2

rituale di bellezza giapponese 4

rituale di bellezza giapponese 7

rituale di bellezza giapponese 5

rituale di bellezza giapponese 9 rituale di bellezza giapponese 8

Author

Blogger, Image Consultant, Fashion Stylist. Creativa, allegra ed ottimista, amo la mia famiglia e adoro la compagnia. Vivo di Moda da sempre.

13 Comments

    • Vuoi provare Mission?
      Sono una presentatrice Avon, per i prodotti puoi visitare le mie pagine Fb e Ig
      @saratataavon

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top